Chronicles of Minthe

The Chronicles of Minthe è un open verse da fan per i fan che prende spunto dai giochi di ruolo testuali e dai survival blog, aperto a tutti gli iscritti a FiumiDiParole 2013. http://minthechronicle.livejournal.com/

Minthe: the present

Inizio delle cronache

2156

Primi passi sul suolo di HAB-351

1 January 2161

Verso le Città Libere

January 7, 2161 20:37

L'operazione combinata ideata dal generale Carnival e poi messa a punto dallo stesso con la collaborazione dei suoi colleghi i generali Grants, Moulder, Vicary, Fetch, Housseini, Mali, Biagioni, Kousaka e Dmitrienko, porta le dieci navi ammiraglie degli eserciti uniti terrestri nei cieli in corrispondenza con le dieci grandi Città Libere di Selecta, Vanste, Melek, Avaste, Balaie, Serene, Miloto, Fauxi, Leverex e Giastga.

Bombardamento sulle Città Libere

January 7, 2161 20:42

Ogni nave porta un attacco composto da un massiccio bombardamento preliminare della durata di un'ora sulla città che le è stata assegnata. Alla conclusione del primo bombardamento segue mezz'ora di silenzio, e successivamente parte un bombardamento combinato che prevede il lancio di una bomba ogni dieci minuti circa su ogni città. L'obiettivo è quello di radere al suolo le dieci Città Libere, che i satelliti spia hanno confermato essere le città più popolose di Minthe.

Conclusione bombardamento; esplorazione.

January 8, 2161 6:00

Il bombardamento viene dichiarato ufficialmente concluso. Un numero moderato di rappresentanti delle truppe terrestri, scelto fra i numerosi volontari, viene mandato a terra per una prima esplorazione di ogni città.

Esplorazione delle periferie

January 13, 2161 7:00

Alle ore 07.00 del mattino, in seguito ai soddisfacenti rapporti che giungono dalle Città Libere e all'interessante relazione presentata dal colonnello Andrews sulla presa del villaggio faràs di Zhalid, il generale Carnival emana un ordine comune a tutti i battaglioni sparsi sul suolo di Minthe e fra le navi aerospaziali ancora in orbita sui resti delle città. L'ordine è quello di spostarsi verso le periferie, fuori dai perimetri delle città stesse, ed addentrarsi nelle parti ancora sconosciute del pianeta, per esplorarle e prendere sotto il controllo dell'esercito ogni singolo villaggio sulla via, decimando la popolazione e trattenendo gli abitanti risparmiati come prigionieri.

Il Sommo Yor convoca una consiglio straordinario

January 14, 2161

Il sommo Yor, dell'antica tribù suthi dei Vanar, anziano comandante in capo dei suthi al quale l'ultima guerra ha dato la responsabilità di governare e guidare tutti gli altri popoli, emana dal proprio nascondiglio (situato all'interno delle grotte Falhai, un aspro promontorio alle porte del deserto) un comunicato mandato a mezzo morsen e messi viaggiatori a tutti i capi delle varie tribù e dei vari popoli di Minthe, i quali sono pregati di raggiungerlo in gran segreto per indire un consiglio straordinario atto a decidere come organizzarsi per fronteggiare l'invasione. Tale invito è aperto anche a tutti i guerrieri abili e arruolabili che vorranno contribuire alla creazione di un esercito unito da opporre alle forze aliene, anche se a coloro che non hanno incarichi di responsabilità sarà consentito solamente presenziare all'assemblea, senza poter esprimere un voto o un'opinione, prerogativa riservata ai capi.

Invasione delle zone popolate

January 15, 2161

I battaglioni dell'esercito unito terrestre cominciano a giungere nei vari villaggi, nelle varie città e nelle varie oasi, dove incontrano una strenua resistenza della popolazione che porta a scontri molto violenti ed ingenti perdite da entrambe le parti.

Pellegrini nelle grotte di Falhai

January 18, 2161 - January 21, 2161

Alle grotte Falhai cominciano ad arrivare i primi pellegrini. Nel corso dei giorni il numero di arrivi aumenta, ed ogni anfratto di ogni grotta viene adibito a dormitorio e ad ogni sorta di spazio comune. Ogni nuovo arrivo viene personalmente ricevuto dal sommo Yor nella Grotta Grande all'interno della quale è rifugiato, ed in seguito smistato ove possibile. A tutti viene chiesto di essere discreti, di recuperare forze ed energie, di riflettere ed attendere il momento della convocazione dell'Assemblea Generale.

L'Assemblea Generale

January 22, 2161 12:00 - January 22, 2161 20:00

Al ventiduesimo giorno dall'invasione, la popolazione di rifugiati alle grotte Falhai conta più di duecento individui distribuiti fra tutti e quattro i popoli di Minthe in percentuali più o meno simili. Alle 12.00 di tale giorno, dopo un frugale pasto, viene convocata l'Assemblea Generale. Molti gli argomenti discussi durante le sue quasi otto ore di durata. Ad ogni rappresentante di ogni popolo con un qualsiasi incarico di responsabilità viene data la parola per esprimere dubbi ed idee, e numerose proposte avanzate da svariati vertici militari vengono discusse. Le decisioni prese sono le seguenti:
- le grotte Falhai vengono scelte come base operativa della Resistenza, ed in quel luogo il sommo Yor resterà al sicuro a dirigere le operazioni;
- militari e mercanti d'armi vengono immediatamente mandati in missione speciale a recuperare quante più armi possibile, malgrado la maggior parte delle armi da guerra di grosso calibro siano state distrutte come consuetudine dopo ogni guerra;
- piccoli ma efficienti gruppi di combattenti formati da quattro-cinque persone vengono messi insieme ed inviati in tutti i villaggi sotto assedio, per organizzare la Resistenza contro l'avanzata del nemico;
- alcuni medici di varie popolazioni fra i più istruiti vengono mandati nei luoghi più duramente colpiti dagli attacchi e dai bombardamenti, per organizzare ospedali da campo che possano fungere come primo soccorso ai feriti;
- le grotte vengono anche scelte come rifugio sicuro per offrire ospitalità a tutti i fuggitivi e a coloro che a causa della guerra siano rimasti senza villaggio o famiglia, e viene ordinato a tutti i viaggiatori di spargere discretamente la voce fra i bisognosi di un posto in cui stare;
- l'ordine è quello di sparare a vista e lanciarsi in combattimento contro ogni invasore, e "niente prigionieri, solo Resistenza" diventa il motto dell'organizzazione.

La conquista non sta avendo il successo sperato

January 25, 2161

Il generale Carnival comincia a ricevere i primi rapporti allarmanti. Al venticinquesimo giorno dall'inizio delle operazioni di conquista, solo un 20% dei villaggi sul territorio sono stati effettivamente conquistati dall'avanzata degli eserciti uniti terrestri. Dato ancora più allarmante: il numero dei morti è superato solo da quello dei dispersi, e soprattutto dei disertori. Per cercare di porre un freno alla cosa prima che prenda piede, Carnival prende la decisione di tramutare la pena per la diserzione e il tradimento dal carcere a vita alla vita stessa. Non tutti i generali sono d'accordo, ma la mozione viene votata a maggioranza, e dal giorno ventisei dall'inizio delle operazioni in corso ogni disertore colto in fallo ed ogni traditore del quale sarà stata acclarata la colpevolezza verrà punito con la morte.

L'Esecuzione di Walsi, pietra miliare della Resistenza

January 27, 2161

Walsi, piccolo villaggio phade situato sul lato destro del pendio della gola di Kandor, viene attaccato da un piccolo manipolo di militari, convinti di poter effettuare la conquista da soli. Così non è. Il gruppo - quindici soldati in tutto - viene fermato e catturato. L'esecuzione pubblica che ne consegue (ai quindici viene tagliata la gola; il loro sangue viene raccolto in secchi e poi gettato per le strade, nella massima espressione di disgusto e oltraggio conosciuta dai phade) viene ripresa. Il file viene copiato e numerosi messaggeri vengono mandati in giro per i villaggi, gli ospedali ed i vari centri di raccolta. Qui, il file viene visionato e a sua volta duplicato da chiunque possegga un pad, che si occupa poi di distribuirlo a chiunque altro incontri. Anche se le linee non sono ancora state ripristinate, le immagini vengono diffuse in questo modo piuttosto velocemente, e quest'azione sanguinosa diventa la prima pietra miliare della Resistenza di Minthe.

La guerra di Roian

January 28, 2161 - March 13, 2161

La Resistenza di Minthe, guidata da Yor, e la forza d'invasione terrestre sono impegnate in battaglie pressoché quotidiane su un fronte che corre per quasi un quarto della superficie del pianeta. I terrestri mantengono il controllo della Piana di Roian, dove però continuano a subire una lenta e costante emorragia di truppe a causa delle sacche di resistenza che si rifugiano tra i monti del Roian-hi e i territori immediatamente circostanti, e hanno stabilito alcune basi più sicure e solide, la più grande delle quali è all'interno dei territori Faràs, quasi completamente sottomessi.
La Resistenza di Minthe è ormai composta principalmente da Suthi e Faràs (quasi l'intera totalità), con un notevole drappello di Crest - principalmente medici, artiglieri e truppe di riserva o comunque non destinate alla prima linea - mentre i Phade, a causa dell'isolamento del loro regno, sono ancora relativamente pochi, in massima parte superstiti della Piana di Roian.
La Resistenza difende con successo la maggior parte delle oasi del Vaashti, grazie al territorio ostile e all'accoglienza dei Faràs superstiti, e la zona dei villaggi del Mare Interiore, a popolazione Crest: si sta procedendo all'evacuazione di questi ultimi, parte nel cuore del deserto, parte sull'isola di Varvaree, ritenuta più facilmente difendibile e al tempo stesso evacuabile tramite lunghi cunicoli che corrono sotto il Golfo di Ip fino ai confini del Regno dei Phade. Questi ultimi, sotto il comando della loro regina, difendono con accanimento la gola di Kandor e i territori prospicienti.

Momentanea ritirata da Kandor

March 14, 2161

Il generale Carnival ordina che la terza, la quinta e la settima divisione terrestre si ritirino momentaneamente dall'assedio di Kandor, attestandosi a circa cinque chilometri dalla gola. La decisione è presa in seguito alla morte del generale Mali per mano della Resistenza Phade, in parte per evitare ulteriori perdite su un obiettivo ritenuto non prioritario, in parte per risparmiare (e, qualora possibile, rifornire) l'arsenale tattico delle navi orbitanti, a livelli pericolosamente bassi.
La posizione dei terrestri è comunque tale da non permettere ai Phade di uscire dal canyon senza essere visti. La principale difesa del popolo rischia di trasformarsi in un'arma a doppio taglio: anche con un'attenta razionalizzazione e l'utilizzo dei più potenti incantesimi, le risorse di prima necessità raccolte nel regno sono tali da non permettere la sopravvivenza dei Phade per più di centocinquanta, forse duecento giorni.

No all'attacco nucleare

March 16, 2161

Con la conquista di Yhaval, evacuato da due giorni per mezzo di uno stormo di Cifri addomesticati magicamente, i terrestri hanno sotto il completo controllo l'intero territorio Faràs. Il generale Carnival sottopone al congresso, riunito sulla nave ammiraglia Angelica, una mozione che prevede di utilizzare sulla Piana di Roian, prudentemente evacuata prima del lancio, o sulla gola di Kandor, una delle tre testate nucleari ospitate sulla nave ammiraglia Grace, così da sopprimere l'intera sacca di resistenza. La mozione viene respinta con sette voti contrari e due favorevoli, in quanto gli effetti sulla più grande pianura fertile del pianeta sarebbero devastanti, mentre la conformazione geografica del canyon è tale da non consentire un attacco nucleare.

Morte del generale Fetch

March 18, 2161

Il generale Fetch muore in seguito a un'embolia polmonare all'età di sessantuno anni.

La Resistenza recupera terreno

March 20, 2161

Un attacco di artiglieria da parte della Resistenza di Minthe sconfigge i terrestri in una battaglia di ampio respiro: è il primo vero scontro in cui le perdite umane sono grandemente superiori rispetto a quelle indigene. Nell'assalto i terrestri perdono il controllo di circa quattrocento chilometri quadrati di territorio all'imboccatura del deserto del Vaashti, nonché circa tremila uomini, tra cui i generali Grants e Vicary, i cui corpi non saranno mai più recuperati.

Un altro no al nucleare di Carnival

March 24, 2161

Una nuova mozione sul bombardamento nucleare di "obiettivi sensibili militari e/o strategici" viene respinta con quattro voti contrari e due favorevoli. Mentre il generale Moulder non interviene durante il dibattito, i generali Biagioni, Kousaka e Dmitrienko diffidano il generale Carnival a ripresentare per una terza volta una simile mozione, minacciando esplicitamente di sollevarlo dall'incarico di comandante unico dell'invasione.

La nuova erede e preparazione per i Rituali del Sangue

March 30, 2161 - April 8, 2161

Myw Kere sceglie la sua secondogenita Myq come erede del regno in caso di una sua prematura dipartita, nonostante la sua giovanissima età: Myq Kere compie oggi quattordici anni secondo il computo di Minthe. Dopo uno scambio di messaggi via Morsen con il saggio Yor, la regina decreta altresì di utilizzare due Rituali del Sangue molto dispendiosi per creare un sistema di trasporto magico, che evacui la popolazione non in grado di combattere nel deserto del Vaashti. Il duplice Rituale durerà otto giorni e richiederà un contributo di sangue anche ai Phade che dovranno restare a combattere: la corte reale e la Regina stessa pagheranno la loro parte del prezzo, e sempre la Regina, insieme ai sacerdoti più esperti presenti a Kandor, metteranno a punto il Rituale.

La Settimana della Tregua Riluttante

April 2, 2161 - April 9, 2161

Dopo aspre battaglie, comincia quella che in seguito verrà ricordata come Settimana della Tregua Riluttante: nessuno scontro infiamma la superficie di Minthe per sette giorni, nonostante il momentaneo e fragilissimo stato di non belligeranza non fosse deciso o calcolato da alcuna delle due parti. Viene sottoposta ai generali terrestri la mozione per eleggere eventuali nuovi membri del congresso: la scelta ricade sul solo colonnello O'Reese, l'unico sul quale ricade un solo voto contrario (quello del generale Carnival).

Il generale Carnival è sparito

April 7, 2161

Al ritorno da una spedizione esplorativa verso il Mare Interiore, che appura la posizione dei Crest e la fortificazione dell'isola di Varvaree, l'esercito terrestre ha una sgradita sorpresa: il generale Carnival è sparito. Comincia l'evacuazione della popolazione Phade non necessaria alla difesa di Kandor nelle grotte del Falhai e nel deserto dei Suthi, guidata da Rytal Kere, marchesa di Kandor, cugina di sangue della regina e sesta in linea di successione al trono, in rappresentanza della regina.

Myq e il Consiglio dei Cinque a capo dei Phade

April 8, 2161

L'elevato dispendio di energia per mantenere attivo il portale di trasporto uccide due sacerdoti del sangue e costringe la regina Myw Kere a un obbligato riposo di almeno cinquanta giorni: cede pertanto il comando dei Phade a sua figlia Myq e a un Consiglio di guerra formato da cinque dei suoi più fidati consiglieri di corte e tre membri della dinastia Kere.

Trattato Falhai

April 8, 2161

I tre saggi Faràs, i tre Gehnr presenti nelle grotte Falhai (uno risulta disperso fin dal bombardamento della Piana di Roian, il quinto difende l'isola di Varvaree) e Yor, in rappresentanza del popolo Suthi, stipulano un patto di reciproca alleanza: come obiettivo primario del Trattato Falhai vi è "la sconfitta definitiva degli invasori e la riaffermazione del dominio dei popoli uniti di Minthe sul pianeta e sui suoi satelliti".
In serata, anche Rytal Kere, in qualità di emissaria della regina, firma il Trattato Falhai: ottiene in una clausola che nessuna perdita di sovranità da parte dei Phade è da ritenersi intesa.

Alla ricerca di Carnival

April 8, 2161

Il generale Dmitrienko, scelto dal congresso all'unanimità per prendere momentaneamente il posto di Carnival, stabilisce che l'obiettivo primario per l'intero esercito è il ritrovamento del generale Carnival. A seguito di questa decisione, i terrestri ripiegano ovunque e si stabiliscono definitivamente nella zona bonificata e fortificata che si estende dai territori Faràs alla Piana di Roian; restano fuori dal campo base le sole forze impegnate nell'assedio di Kandor, sospeso ma non rimosso, mentre vengono rimandate a data da destinarsi le operazioni contro l'isola di Varvaree, i territori Crest del Mare Interiore e dei territori del Nord, le sacche di resistenza del Roian-hi e il deserto della Resistenza.

Earth: the Past

La decadenza

2056 - 2156

"La capacità del pianeta di sostenere l'umanità si è andata riducendo sempre più velocemente, nel corso dell'ultimo secolo. I primi ad estinguersi sono stati i combustibili fossili. Poi, a causa dell'inquinamento, sono scomparse anche le fonti di energia rinnovabili. La pesante cappa di smog che si è andata sempre più inspessendo anno dopo anno è alla fine giunta al punto da coprire il cielo quasi perennemente, impedendo ai raggi del sole di raggiungere il terreno in quantità sufficienti da fornire calore all'umanità, ormai impossibilitata a scaldarsi artificialmente. L'assenza di sole ha impedito il regolare svolgersi del ciclo dell'acqua, così come quello del processo di fotosintesi. Le piogge scarseggiano quanto l'ossigeno, e l'umanità, che nel corso dei duemila anni precedenti aveva conosciuto soltanto prosperità e sviluppo, e che non aveva badato a cercare di porre un freno al proprio ciclo riproduttivo, ha cominciato ad essere funestata da ogni possibile cataclisma. Gelo, malattia, catastrofi naturali e criminalità organizzata e non hanno decimato la popolazione mondiale. Dei nove miliardi di esseri umani che popolavano il pianeta terra all'alba del 2040, non restano più che due miliardi di persone un centinaio d'anni dopo."

I viaggi nello spazio sono possibili

december 2080

"Gli studi del professor Yoshiro Takeuchi e del suo team di scienziati hanno finalmente portato l'umanità a gestire i viaggi nello spazio entro tempistiche congrue alla vita umana [...]"

Primo viaggio nello spazio

1 January 2081

"[...] il primo viaggio nello spazio a bordo di una navicella spaziale equipaggiata con propulsori AS (Atomic Speed) ha portato gli astronauti Maurizio Russo, Boris Morozov, Anita Blackwell, Maurice Weil e Francis Dubois a viaggiare dalla Terra alla Luna e ritorno in cinque minuti, trentadue secondi, ventisei decimi e tre centesimi, aprendo la strada ad una lunga serie di viaggi spaziali di prova [...]"

Conferenza stampa

18 August 2082

"[...] allo stesso tempo il team composto dagli eminenti scienziati Barbra Palvin, Michael Dunedoff ed Andrea Sartor portavano avanti nel più completo riserbo gli studi che li avrebbero portati poi ad indire la famosa conferenza stampa del diciotto agosto 2082, durante la quale ammisero di fronte all'intera umanità che era necessario prendere atto del fatto che la Terra non era più in grado di sostenere il fabbisogno energetico della popolazione mondiale, e che pertanto un programma spaziale atto a scandagliare l'universo in cerca di un nuovo pianeta sul quale cercare rifugio era già stato messo in atto."

Il regalo di Natale

25 December 2096

"Il pianeta HAB-351 è stato presentato alla popolazione nel corso della conferenza stampa indetta dagli stessi scienziati e dai leader mondiali delle nazioni più importanti riuniti in assemblea il 25 dicembre 2096. A causa della particolare data di presentazione e del significato che tale data assumeva per la popolazione mondiale, è stato presto soprannominato "il regalo di Natale", ed ancora oggi è in questo confidenziale modo che gli esseri umani lo appellano quando parlano di lui."

HAB-351 non è disabitato

January 2098

"Fino al 2098 si è creduto che il pianeta HAB-351 fosse completamente disabitato, ma il sogno si è infranto quando parecchie delle numerose sonde esplorative inviate dalla NASA a verificare le condizioni di abitabilità del pianeta hanno riportato segnali di civiltà piuttosto evolute già presenti sul territorio."

Lockout Week

13 April 2098 - 20 April 2098

"La settimana di Pasqua del 2098, passata alla storia col nome di lockout week, vide i leader di tutte le nazioni mondiali riunirsi in assemblea all'interno del Parlamento Mondiale per sette giorni consecutivi. Dall'assemblea, i leader emersero con due distinte possibilità: si poteva attaccare HAB-351 con tutte le forze congiunte rimaste all'umanità, cercando di conquistarlo ed impossessarsi del suo suolo ancora sano e delle sue risorse ancora intatte e rischiando di morire nel tentativo, oppure si poteva rinunciare al progetto e provare a cercare un altro pianeta, sebbene ormai quasi vent'anni di ricerca avessero dimostrato che trovare HAB-351 era stata più una felice coincidenza che un avvenimento prevedibile e facilmente replicabile."

Referendum Mondiale del 2099

29 March 2099 - 31 March 2099

"La decisione non poteva che essere rimessa nelle mani della popolazione ancora in vita, tramite un referendum di portata mondiale che si svolse nei giorni del 29, 30 e 31 marzo 2099, dopo quasi un anno di dibattiti e prese di posizione da parte dei vari partiti mondiali. Esso stabilì che l'umanità, recatasi alle urne in una percentuale dell'89%, aveva stabilito con la maggioranza dell'82% che avrebbe preferito tentare la sorte attaccando HAB-351 e provando a conquistarlo, piuttosto che restare sulla Terra, destinata a morire di stenti."

Preparativi per il viaggio

1 January 2100 - 2156

"I preparativi per la partenza cominciarono il primo gennaio 2100. Per cinquant'anni, l'umanità si è dedicata a raccogliere risorse sufficienti per lo sviluppo di motori AS che fossero in grado di reggere le dieci enormi navi spaziali alle quali sono stati affidati gli ultimi sopravvissuti."

La partenza e il viaggio verso HAB-351

4 July 2156 - 1 January 2161

"Oggi, quattro luglio 2156, le navi ammiraglie Bethany, Grace, Marjorie, Stephanie, Louise, Bertha, Angelica, Freema, Ashanti e Monique salpano da dieci basi militari distribuite sulla superficie di tutto il pianeta, preparandosi al lungo viaggio di cinque anni che le porterà, armate per distruggere, fuori dal Sistema Solare e dalla Via Lattea per raggiungere la galassia di Andromeda ed il sistema planetario di HAB-351. Possa la loro missione di conquista essere vittoriosa."

Conquista di Leuce

Approx. June 2160 - Approx. 15 june 2160

"Le dieci ammiraglie terrestri giunsero nelle vicinanze di Minthe [...] trovando un pianeta ricco di risorse per quanto provato dal conflitto ed un popolo restio ad arrendersi nonostante le grosse perdite subite durante lo stesso.
L'esercito terrestre unito conquistò Leuce, una delle due lune, nel giro di quindici giorni, sterminandone la popolazione, e ne fece la propria base. Per i successivi sei mesi, la superficie di Minthe è stata obiettivo di bombardamenti ripetuti, atti a decimare le popolazioni autoctone in modo da spianare la strada all'esercito di terra una volta che fosse giunto il momento di atterrare sul pianeta per conquistarlo."