Giulia

Events

Le Crociate

1095

Per crociate si intendono le spedizioni militari condotte nei secoli XI-XIII dall’Europa cristiana contro i musulmani, per liberare i luoghi santi, in particolare il Santo Sepolcro.
Il 27 novembre 1095, durante un concilio a Clermont, il papa Urbano II lanciò un appello ai cristiani affinché liberassero Gerusalemme e il Santo Sepolcro dagli infedeli.

Il termine crociata nacque dall’espressione cruce signati, cioè “segnati dalla croce”, quindi “crociati”: questi individui portavano una croce di stoffa cucita sull’abito, sulla bisaccia, sugli scudi o su altri elementi del loro abbigliamento.

La prima crociata

1096 - 1099

La prima crociata vera e propria si ebbe nel 1096, nota anche come "crociata dei pezzenti".
Nel giugno 1099 i crociati conquistarono Gerusalemme, dove si abbandonarono ad una serie di efferatezze. I crociati non restituirono all'imperatore bizantino le terre conquistate, ma costituirono diversi regni, tra cui ricordiamo il regno di Gerusalemme,

La seconda crociata

1144 - 1149

Tuttavia ad un certo punto i misulmani passarono al contrattacco: uno dei domini cristiani, la contea di Edessa, cadde nel 1144. Papa Eugenio III bandì allora la seconda crociata, a cui parteciparono l'imperatore Corrado III, il re di Francia Luigi VI e Ruggero II di Sicilia, e che si risolse in una disfatta.

La terza crociata

1187 - 1192

Il mondo arabo nel frattempo si riorganizzò sotto il sultato di Siria ed Egitto, il Saladino, riconquistando Gerusalemme nel 1187. Dall'Europa partì allora la III crociata con l'imperatore Federico Barbarossa (che morì annegando in un fiume della Cilicia), il re francese Filippo Augusto e il re inglese Riccardo Cuor di Leone. Nonostante le numerose vittorie dei cristiani Gerusalemme rimase in mano ai musulmani e nel 1192 Ricardo Cuor di Leone dovette stipulare una tregua con il sultano, affinché i pellegrini potessero recarsi a Gerusalemme senza problemi.

La quarta crociata

1202 - 1204

Con Innocenzo III prende il via la IV crociata a cui parteciparono i grandi feudatari di Francia, Germania e Italia. I crociati si riunirono a Venezia,dove i veneziani proposero ai principi di conquistare Zara.Ottenuta Zara, i crociati si diressero verso Costantinopoli. La città fu presa e saccheggiata e venne costituito l'impero latino d'Oriente, che duro circa 50 anni.

La quinta crociata

1217 - 1221

La quinta crociata ebbe come obiettivo Gerusalemme, ma si risolse in nulla di fatto

La sesta crociata

1228 - 1229

Con la sesta crociata ,nota anche come "crociata degli scomunicati" l'imperatore Federico II raggiunse un accordo diplomatico con il sultano d'Egitto, che cedette Gerusalemme ai crociati, ma la città tornò in mano ai musulmani nel 1244.

La settima crociata

1248 - 1254

Passarono quasi vent'anni prima che, in seguito alla riconquista musulmana di Gerusalemme del 1244, venisse organizzata una nuova spedizione in Medio Oriente, voluta e finanziata dal re di Francia Luigi IX. opo minuziosi preparativi, nel 1248 Luigi IX partì con il suo esercito alla volta dell'isola di Cipro. L'attacco al Cairo del 1250 fu però un fallimento, e il re, sconfitto e fatto prigioniero nella battaglia di El-Mansura, dovette restituire Damietta, precedentemente conquistata, e versare un milione di scudi di riscatto.

L'ottava crociata

1267 - 1270

L'ottava crociata fu diretta contro i domini musulmani in Africa settentrionale e fu guidata da re Luigi IX. Il re francese riprese la croce il 24 marzo 1267; l'obiettivo della crociata fu Tunisi. Lo scopo dichiarato della spedizione sarebbe stata la conversione forzata dei regnanti di Tunisi per far sì che essi si alleassero con i Franchi nella guerra contro i Mamelucchi di Baybars,
Il re sbarcò a Cartagine e iniziò a porre sotto assedio Tunisi, in attesa dell'arrivo del fratello Carlo d'Angiò e degli inglesi; ma l'assedio si prolungò molto e la peste e la dissenteria decimarono l'esercito, e uccisero prima il secondogenito del re, Giovanni Tristano, e poi il 25 agosto lo stesso re.