Una civiltà pacifica al centro del Mediterraneo orientale

Events

Civiltà minoica

Approx. 2800 BC

Tra il III e il II millennio a.C., l'isola di Creta fu culla della prima civiltà mediterranea, una civiltà pacifica.
L'origine della civiltà cretese, chiamata anche "minoica", dal nome del mitico re Minosse, è oggi ancora incerta. Si ritiene che abbia avuto origine intorno al 2800 a.C. dalla "civiltà cicladica", nata grazie a una popolazione proveniente dall'Anatolia e stanziata in quel periodo nei terreni del bacino del mar Egeo..

Massimo splendore della civiltà minoica

2600 BC - 1450 BC

Il palazzo come centro della società cretese

2000 BC

La storia della civiltà minoica è nota soprattutto tramite i resti archeologici dei grandi palazzi, costruiti intorno al 2000 a.C.
Oltre ad essere luogo in cui si svolgevano attività amministrative e politiche, rivestiva un'importante funzione religiosa ed economica.
I palazzi erano costruiti secondo principi architettonici ariosi e raffinati, erano dotati di ampie sale affrescate, i cui colori vivaci raffiguravano scene di danza, di giochi sportivi e di vita marina.

Una civiltà marittima

2000 BC - Approx. 1550 BC

L'isola di Creta disponeva di legname pregiato, ampi pascoli e terre fertili in cui venivano coltivati grano, vite e ulivo.
La società minoica deve il suo sviluppo al commercio marittimo; Creta impose infatti la sua talassocrazia attraverso rapporti pacifici con altri popoli, senza ricorrere alla guerra.
Essi esportavano vino, cereali, olio, legno e stoffe e importavano rame, marmo, oro e argento.
I contatti con le popolazioni diffuse la cultura minoica e l'assimilazione delle culture straniere.

La prima distruzione

1700 BC

I palazzi di Creta furono distrutti per la prima volta nel 1700 a.C. e furono successivamente ricostruiti

Dea dei serpenti

1700 BC

Grazie a raffigurazioni, si evince che le donne a Creta beneficiassero di una certa libertà, tanto che alcuni studiosi hanno pensato che la società cretese fosse basata sull'uguaglianza dei sessi.
Nella vita religiosa, un culto ben definito, testimoniato dalle statue di divinità femminili, era presente nell'isola: la Dea Madre. Di origine antichissima e tipico delle civiltà mediterranee, il culto della Dea Madre è connesso al culto della fertilità e all'agricoltura.

Le donne

1600 BC

Nell'affresco le donne sono elegantemente pettinate e i capelli sono arricchiti da preziosi gioielli. A completare il quadro, il trucco e gli abiti abbelliti da collane e bracciali realizzati con pietre colorate.
L'espressione sicura di sé, abbinata all'aspetto, è indice della libertà di cui la donna godeva nella società cretese.

Il crollo

1500 BC

Sulle cause che provocarono la scomparsa della civiltà minoica vi è ancora incertezza, si ipotizzano cause naturali oppure militari, come guerre e invasioni.
Intorno al 1500 a.C., una terribile eruzione coinvolse l'isola di Thera (l'odierna Santorini). L'isola fu in parte ricoperta di lava e in parte si inabissò. È probabile che forti terremoti abbiamo accompagnato l'eruzione, generando devastanti maremoti che potrebbero aver colpito, con effetti catastrofici, le coste settentrionali cretesi.

Distruzione definitiva

1400 BC

Nel 1400 a.C. avvenne una distruzione definitiva dei palazzi di Creta che non furono poi più ricostruiti, ma vennero progressivamente abbandonati.